Archive for Settembre, 2020

Festa del 10° Compleanno dell’Inter Club Arzano “Javier Zanetti”

DA 10 ANNI INSIEME PER L’INTER…

La location prescelta era l’accogliente ed attrezzato Te.Re Club di Via Palermo ad Arzano.
Verso le 20 di Venerdì 25 settembre già giungevano i primi invitati che avevano raccolto l’invito del Presidente Antonio Tesoro.
La Festa aveva un duplice significato: i 10 anni dell’Inter Club Arzano “Javier Zanetti” e la “Prima volta insieme” dopo il lockdown…
E Festa è stata: allegra, sobria, coinvolgente, gastronomica.
Attorno all’attivo Presidente Tesoro i Consiglieri del suo club; in sala i rappresentanti e le delegazioni dell’Inter Club Napoli “dal Vesuvio con Amore”, Portici “22 Maggio”, Casoria “Raffaele Cristiano”, Torre del Greco, Acerra, Capodrise, Benevento, “Nola Nerazzurra”, con Adriana de Leva in primis.
A far da “Cerimoniere ufficiale” il Presidente Tesoro aveva chiamato il “fine dicitore” (termine adoperato dalla Coordinatrice Regionale) Emilio Vittozzi che, da par suo, ha subito “galvanizzato” la platea con riferimenti storici, paragoni calcistici e note sul club festeggiato.
Vittozzi ha anche citato il padre di Antonio Tesoro, Luigi, di 75 anni, presente in sala, come era presente sugli spalti del “Prater Stadium” di Vienna nella finale di Coppa dei Campioni del 27 maggio 1964…
Non è mancato, ovviamente, il momento delle premiazioni: Adriana, con Lello Capuano e Nunzio Paone, ha donato dei cadeau ad Antonio Tesoro e all’intero Consiglio Direttivo più un’artistica targa celebrativa.
Anche gli Inter Club presenti, insieme ad Ottaviano “Massimo Moratti”, Baronia “Lothar Mattheus”, “Cava Nerazzurra” e Pesco Sannita,per cause maggiori assenti ma presenti con il cuore e con la partecipazione, hanno omaggiato il Presidente e il Consiglio Direttivo.
L’Inter Club Torre del Greco, invece, ha donato un’artistica conchiglia, finemente lavorata con incisione di precisione, frutto della sapienza dei corallari torresi.
L’Inter Club Portici “22 Maggio”, infine, un quaderno con gli auguri di Emilio, riportati, fra l’altro, dal Mensile “La Voce di Arzano” e la firma di ogni presente in sala; ai figli del Presidente, invece, una copia di “Dio ci ha creato gratis – Il Vangelo secondo i bambini di Arzano” di Marcello D’Orta del 1992.
Enzo Ascione, dell’Inter Club Portici “22 Maggio”, ha sbaragliato tutti al simpatico “Inter Quiz”, organizzato dallo Staff del Te.Re Club, svoltosi in una bella atmosfera di ricordi (nerazzurri) che ha coinvolto tutti, vincendo una bottiglia di spumante freddo, ovviamente bevuto da molti…
Il menù prevedeva ben due antipasti, due primi piatti, un secondo, macedonia di frutta fresca, pasticceria mignon, la torta-ricordo, il tutto annaffiato da Falanghina, Coca-cola, acqua minerale a volontà.
Belli i ricordi di don Luigi Tesoro, significativo il discorso di Adriana, scoppiettanti gli interventi di Emilio per una serata importante sia per il raggiungimento del 10° Compleanno di un club, sia per la grande voglia di ritrovarsi a parlare, a discutere, a ridere della Beneamata e dei club; sensazioni sorte anche durante la proiezione del video celebrativo con tanto di “Pazza Inter”, “C’è solo l’Inter”, “Cuore Nerazzurro”, “Urlando contro il cielo”…

Servizio Redazionale coordinato da Emilio Vittozzi
Instantanee di vari Fotografi

Be the first to comment - What do you think?  Posted by Raffaele Abilitato - 27/09/2020 at 17:30

Categories: Notizie sul Club   Tags:

APERTE LE ISCRIZIONI 2020/2021 IC TDG

CARI SOCI, SIMPATIZZANTI NERAZZURRI, SE NON LO AVETE ANCORA FATTO AFFRETTATEVI AD ISCRIVERVI O A CONFERMARE LA VOSTRA ADESIONE

COME SEMPRE GRANDI PROMOZIONI EVENTI E KIT DI BENVENUTO SPECIALE

Be the first to comment - What do you think?  Posted by admin - 08/09/2020 at 19:15

Categories: Notizie sul Club   Tags:

LA SPAGHETTATA PER RIPARTIRE…1° Riunione ICTDG

Venerdì 4 settembre abbiamo effettuato la prima riunione della stagione 2020-2021 presso l’Osteria del Vicolo, un carinissimo locale da poco aperto situato a pochi passi dal centro per dare a tutti la possibilità di raggiungerlo.

Presenti oltre al sottoscritto il gruppo storico il Presidente Magliulo Antonio, i consiglieri Beato Giovanni, Dentice Errico, i soci Liguori Antonio, Rosario Vitagliano e il tutto fare Vincenzo Riccardi che oltre ad allestire la tavola ha anche preparato il dolce con le sue mani …un applauso da tutti, e per la prima volta con immenso piacere i soci Bonifacio Mimmo, Palomba Natale (che vive a Milano) e Torlo Salvatore che ha portato un suo vinello per l’occasione ottimo.

Anche questa volta dispiace constatare che molti non aderiscono (spero per motivi importanti) e questo è stato uno dei punti della riunione perché anche come adesioni siamo un poco indietro, purtroppo complice anche il covid …ma non solo abbiamo tifosi umorali che si accendono ad intermittenza …ho chiesto ai presenti di sollecitare gli altri.

Capitolo 40° anniversario credo saremo costretti a rinviarlo perché non mi interessa una festa limitata nei partecipanti e collegamenti con uno schermo dove qualcuno ci manda i saluti …no no non ci meritiamo questo, abbiamo sognato una festa diversa con il contatto, con l’ospite d’onore, con i dirigenti dell’inter e del centro coordinamento, con una cena sociale bella e questo faremo e farò di tutto per farlo anche se tra mesi.

Altro punto della riunione: i rimborsi abbonati che saranno gestiti con voucher per acquistare biglietti stadio o mini abbonamenti visto che FC Interazionale al 99/100 non farà la campagna abbonamenti ma ne sapremo di più nei prossimi giorni e il 9 settembre 2020 è prevista una video conferenza regionale con la responsabile Adriana De Leva e Valerio Bressani responsabile del CCIC con la speranza che a breve si possa ritornare allo stadio.

La serata è stata piacevole e la cena ottima, complimenti alla gestione per tutto e per l’ospitalità; alla prossima riunione ….stavolta assaggeremo la pizza …. per chi non lo sapesse queste riunioni oltre alla bellezza di trovarsi, anche quella di mangiare qualcosa insieme ….. chiamateci fessi !!!

Interisticamente

Raffaele Abilitato

Be the first to comment - What do you think?  Posted by admin - at 18:33

Categories: Notizie sul Club   Tags:

“CUORI NERAZZURRI” (ANCHE) AD ARZANO…


Venerdì 4 settembre (Festa di Santa Rosalia), alle ore 10.30 circa, Antonio Tesoro, Presidente dell’Inter Club Arzano “Javier Zanetti”, mi ricorda che il suo sodalizio è sorto l’11 settembre 2010 e che, quindi, prossimamente, compirà 10 anni…
Dunque, l’11 settembre non è solo una data infausta, terribile, indimenticabile per l’azione criminale di 19 attentatori legati ad Al Qaida che, nel 2001, provocarono, negli Stati Uniti d’America, la morte di 2.977 persone e il ferimento di oltre 6.000…
L’11 settembre è la data di nascita dell’Inter Club Arzano “Javier Zanetti”, da sempre affiliato al Coordinamento Campano retto da Adriana de Leva.
Arzano è un Comune della Campania con oltre 30.000 abitanti, importante centro industriale soprannominato, negli anni ‘60, la “Brianza del Sud”.
Il già citato Antonio Tesoro è il Presidente e il suo DNA è, indiscutibilmente, nerazzurro: è, infatti, figlio di un “aficionado nerazzurro” che può raccontare di essere stato al “Prater Stadium” di Vienna nella finale di Coppa dei Campioni del 27 maggio 1964!
Il Signor Luigi Tesoro ha 75 anni e, sicuramente, ricorderà che in porta Sarti; Burgnich e Facchetti a presidiar le fasce difensive;
Bedin, non solo ossigeno e garretti;
Guarneri e Picchi, sempre sul chi vive;
Jair, razzente al pari d’un furetto, a scatenar i guizzi di Mazzola:
poi Domenghini e, quindi, “l’architetto” Suarez; chiude Corso, genio e spola.
Nessun maestro, a scuola, la insegnava, ma tutti l’avevamo sulla bocca.
Dopo Carosio ognuno declamava, come rapito, quella filastrocca.
(Raffaele Procacci – “Con i colori del cielo e della notte”)
Un club, quello presieduto da Antonio Tesoro, che è un miscuglio di seniores, juniores e… “quota rosa”, fondato sull’entusiasmo scatenato, in tutto il mondo, dall’Inter di Josè Mourinho: con tutti si è cercato di essere in buoni rapporti ma, è innegabile, che con alcuni c’è un feeling più particolare, come con l’Inter Club Napoli “dal Vesuvio con Amore”, Portici “22 Maggio”, Casoria “Raffaele Cristiano”, Torre del Greco, Baronia “Lothar Mattheus”, Ottaviano “Massimo Moratti, Acerra, Capodrise, Benevento, Pesco Sannita, Piedimonte Matese “Niki Paterno” (che squadrone!).
Era il 2010, un anno veramente indimenticabile per ogni tifoso nerazzurro; i ricordi, quindi, sono “magici” così che quando un club festeggia un compleanno, dieci anni dopo, i ricordi che affollano la memoria sono tanti, tantissimi, soprattutto in chi quel club l’ha prima pensato nella mente, poi l’ha fondato, infine l’ha fatto “crescere” in un cammino (quotidiano) fatto di piccoli passi.
Nel frattempo, purtroppo, tante altre realtà associative sono sorte e scioltesi, come neve al sole, nonostante proclami altosonanti ed atteggiamenti boriosi…
Ma è vero che tifare Inter è quasi un atto masochistico, se è vero che la Beneamata è, per antonomasia, definita “pazza”.
Quale squadra al mondo è capace di fornire prestazioni scialbe, anonime, irritanti e subito poi gare con rimonte incredibili, palpitanti, indimenticabili?
Quale compagine al mondo è capace di schierare giocatori come Gresko, Caio, Sforza, Vampeta, Gilberto, Lambert, Conceicaio, Vivas, Rivas, Brechet, Lamouchi (per citarne solo 11…) e campioni come Mazzola, Facchetti, Zanetti, Cambiasso, Oriali, Milito, Zenga, Julio Cesar, Mattheus, Lukaku, Sneijder?
Quale squadra ha nel suo palmares 18 scudetti, 7 Coppe Italia, 5 Supercoppe di Lega, 3 Champions League, 3 Coppe UEFA, 2 Coppe Intercontinentali, 1 Mondiale per Club, nessuna retrocessione?
Quale formazione ha tifosi in tutto il mondo come l’Inter?
Inter: cinque lettere, tre consonanti, due vocali.
Una parola che, urlata al cielo, si trasforma in un grido di gioia, di vittoria.
Un amore che non conosce limiti di tempo e di spazio.
Un amore che coinvolge ogni centimetro del tuo corpo perché “è ‘na passione cchiù forte ‘e ‘na catena”…
Ma cos’è il tifo?
Una malattia che non ti costringe a stare in un letto ma quella che vivi ogni volta che la tua squadra gioca; è una malattia che ti fa emozionare, piangere, ridere, esultare…
Una malattia che ti fa vivere.
Tifare ti fa sentire partecipe.
Tifare è vivere per la tua squadra.
Tifare è avere il mal di stomaco prima dell’inizio della partita, durante ed anche dopo (se le cose non sono andate bene…)
Tifare è stare col fiato sospeso…
Tifare è avere, per questo, tanti amici.
Parafrasando Ron, artista di Fede Interista, potremmo affermare che “in questo tempo dove tutto passa, dove tutto cambia, noi siamo ancora qua”…
Con il pallone in testa ma non con la testa nel pallone…

EMILIO VITTOZZI

Be the first to comment - What do you think?  Posted by admin - at 16:58

Categories: Notizie sul Club   Tags: