Archive for Giugno 29th, 2020

Ciao Mariolino…..

“Il piede sinistro di Dio” ci ha lasciati in punta di piedi

il 20 Giugno 2020, 78 anni, lasciando in tutti un ricordo indelebile per chi lo ha conosciuto e per chi lo ha visto soltanto attraverso le sue gesta da calciatore strabiliante.

Io ho avuto il privilegio di conoscerlo ed incontrarlo in diverse occasioni istituzionali e non …dovute al suo ruolo di figura di prestigio della nostra Inter e lui forse per aver allenato i giovani del napoli aveva una simpatia per la napoletanità e quindi era sempre sorridente nei miei confronti con colorite espressioni in napoletano.

Lo avevo incontrato anche ultimamente nella sede del coordinamento ma la chiacchierata più bella la facemmo a Capri nel ristorante del compianto Fabrizio Arbace guardando insieme Sassuolo-Inter 0-7 il 22 settembre 2013 con aneddoti e racconti, commenti da vera icona del calcio di un’epoca bella.

È stato scritto di tutto su Mario Corso, ed io non voglio aggiungere altro… abbiamo perso un grande calciatore ma soprattutto un grande uomo, veramente una bella persona ….CIAO MARIOLINO!

Raffaele Abilitato

Mario Corso campione d’Italia ,Europa Mondo

Be the first to comment - What do you think?  Posted by admin - 29/06/2020 at 20:22

Categories: AGENDA, Notizie sul Club, Notizie sull'Inter   Tags:

IVANO BORDON “IN PRESA ALTA”

a cura di Jacopo Dalla Palma
(Prefazione di Gabriele Oriali)
Caosfera Edizioni – marzo 2020
€ 16,00

Lo dico subito: molto spesso libri di questo tema sono scritti in maniera approssimativa, saltellante, privi di filo-conduttore.
Questo di Jacopo Dalla Palma su Ivano Bordon, invece, si legge veramente con piacere, con semplicità, senza difficoltà di nessun genere.
E’ la storia di questo veneziano nato il 13 aprile 1951, alto 1.83, di 78 kg., che dal 1969 al 1983 ha militato nell’Inter Football Club di Milano, collezionando alla fine 382 presenze, 2 scudetti (1970/71 – 1979/80), 2 Coppe Italia (1977/78 – 1981/82), un Torneo di Viareggio (1971) e una montagna di ricordi.
A difendere la porta della squadra nerazzurra milanese ci sono stati Walter Zenga, Francesco Toldo, Lorenzo Buffon, Julio Cesar, Giorgio Ghezzi, Gianluca Pagliuca, Giuliano Sarti, Lido Vieri, Samir Handanovic ed, appunto, anche Ivano Bordon…
Portiere freddo ed affidabile, dotato di un ottimo senso della posizione: i suoi riflessi gli valsero il soprannome di “Pallottola”, coniato da Sandro Mazzola.
Campione del Mondo nel 1982 come vice di Zoff (in totale 22 presenze azzurre), ritiratosi nel 1989, nel libro racconta di come, nel 1966, passò dalla Juventina Marghera all’Inter per centomila lire.
L’8 novembre 1970 esordì in Serie A in un Milan-Inter 3-0 ma divenne famosissimo per aver parato tutto negli Ottavi di finale di Coppa dei Campioni 1971/72 contro il Borussia Monchengladbach!
Ovviamente nel libro c’è anche la storia di quando militò nella Sampdoria, nel Brescia, nella Sanremese, di quando era preparatore dei portieri alla Solbiatese, all’Udinese, alla Juventus, all’Inter (1999/2001), alla Nazionale, dei premi vinti.
Ma, anche per il lungo periodo durato ben 14 anni, il libro ha ben 6 capitoli su 10 di Ivano Bordon in… nerazzurro.
Notizie, ricordi, sensazioni, emozioni, sentimenti vissuti nella Grande Famiglia Nerazzurra con persone come Lido Vieri, Giacinto Facchetti, Renato Cipollini, Gabriele Oriali, Eugenio Bersellini, Rino Marchesi, Ivanoe Fraizzoli…
Fedele al motto “un portiere non si arrende mai”, Bordon anche in questo libro dimostra di essere stato un Campione mai fuori posto e che, grazie ai Valori trasmessi dai suoi genitori (papà Danilo e mamma Gemma), ha saputo affermarsi nel dorato Mondo del Calcio imparando anche dalle sue sconfitte.
Un bel libro, da leggere con piacere, che consiglio a tutti.-

EMILIO VITTOZZI

Ivano Bordon Raffaele Abilitato 1981
Raffaele Abilitato con Ivano Bordon 1981

Be the first to comment - What do you think?  Posted by admin - at 18:58

Categories: AGENDA, Notizie sull'Inter   Tags: